Ago 202011
 

NO! Un regolatore OPTO lavora diversamente.

Ma ho un regolatore con BEC, vorrei usarlo senza. Per la sicurezza del modello desidero aggiungere una batteria per la ricevente e i servi.
Posso modificare il mio regolatore in maniera non permanente?

Vediamo come:

  • Con un piccolo cacciavite a “taglio” sollevate la linguetta centrale.
  • Tirate delicatamente il filo rosso che dovrebbe sfilarsi con facilità.
  • Una volta estratto il contatto lo andrete a isolare con termoretraibile o del nastro da elettricisti. In questo modo se avrete bisogno, potrete ripristinarne il normale funzionamento!

Ago 182011
 

Un regolatore OPTO è un regolatore che non possiede il BEC.

Opto, stà per Optical isolated , significa che il segnale è trasmesso attraverso un diodo e un accoppiatore ottico, al fine di ripulirlo da qualsiasi corrente spura che potrebbe disturbare la radio.

Di solito si utilizza quando si va su grandi assorbimenti, si preferisce non alimentare la ricevente con il regolatore perche’ potrebbe essere troppo pericoloso. La possibilita’ di un eccesso di assorbimento da parte del motore potrebbe mettere in crisi un regolatore con BEC.
Il regolatore OPTO viene anche utilizzato per una sicurezza in più. Con una batteria supplementare, oppure con un sistema BEC, si alimentano l’impianto radio e i servi.

Ago 162011
 

Quando andremmo ad acquistare il regolatore per il modello, si dovranno tenere in considerazione diversi valori:

  • Amperaggio massimo (A)
  • Tensione massima (V)

A volte la tensione non viene indicata come un valore di Tensione ( V ), ma come numero massimo di celle Li-Po che il regolatore può sopportare.
Diciamo che se il mio modello consuma al massimo 20A a 3 celle Li-Po, scelgo un regolatore da 30A che possa sopportare le 3 celle. Se usiamo il BEC del regolatore, dobbiamo anche considerare il consumo dei servi e della ricevente (in questo caso 30A vanno benissimo!).

Negli ultimi anni questa scelta è semplificata. Nelle specifiche del motore è di solito indicato il regolatore previsto. Tante altre volte è previsto un “combo”, cioè un set “motore-regolatore” già calcolato per il nostro modello.

Ago 102011
 

La sigla “BEC” ( Battery Eliminator Circuit) è un circuito elettronico, di solito è incorporato nel regolatore. Questo circuito permette di alimentare servi e ricevente senza utilizzare una batteria aggiuntiva. In pratica riduce il voltaggio della nostra batteria che alimenta il modello ai 4,8 – 6 V necessari per l’impianto radio e ai servocomandi.

L’altra loro funzione base è tagliare l’alimentazione del motore per continuare a preservare energia per alimentare la radio e non perdere il controllo del modello. Negli ultimi anni possono essere molto sofisticati e programmabili: possiamo decidere la tensione del taglio e il tipo di taglio della tensione.

In pratica possiamo settare un intervento:

  • Soft, riduce a mano a mano la massima tensione erogabile.
  • Hard, arrivati alla tensione prevista, spegne il motore con un taglio netto, di solito permette un ultima accelerata per arrivare in pista.

Un mio consiglio… fate bene i calcoli e cercate di non arrivare mai al taglio della tensione del motore, altrimenti è meglio avere un circuito BEC a parte!

Giu 242011
 

Testo e foto di Sandro Cacciola

ESC HobbyWing  HV-120 Opto by Bizmodel
Tipo: Regolatore brushless
Adatto a: Modelli elettrici assorbimenti 120ahm (max 180)
Peso : 125gr
Dimensioni: 88mm x 55mm x 15mm
Voltaggio operativo: 5-12 Li-po.- 15-36 celle NiMh/NiCd
Produttore: HobbyWing distribuito da Bizmodel (http://www.bizmodel.it)
Prezzo indicativo: 165 euro

Decidere di “elettrificare” un aeromodello, sia jet o ad elica, comporta il dover inevitabilmente prendere decisioni importanti non solo dal lato tecnico ma anche (e soprattutto) economico. Acquistare un componente, sia esso ventola, motore, batterie o regolatore spesso è conseguenza di un progetto già avviato che necessita di specifica componentistica ma questo non vuol dire non poter riutilizzare lo stesso materiale anche per altri futuri allestimenti.

Tra tutti gli accessori quello più “versatile”, cioè che ha più campi di impiego, è senza dubbio il regolatore o in gergo “Esc” (tradotto, “Electronic Speed Controller”) che ci consente di “pilotare” il motore per la propulsione. Seguendo il proverbio “nel grande ci sta il piccolo” (e non viceversa) spesso si è portati a scegliere un modello che oltre a soddisfare le nostre esigenze possa essere in futuro applicato anche per compiti più gravosi. Se necessiteremo di un regolatore per un pacco batterie 5S che supporti 70Ahm, potrebbe magari essere utile acquistarne uno che di Li-Po ne supporti magari fino ad 8 e di ampere 100… Non si sa mai…

Quello che voglio illustrarvi oggi è un regolatore della HobbyWing distribuito dall’azienda di Novara, Bizmodel (http://www.bizmodel.it/) con un catalogo on-line particolarmente interessante e che si è dimostrata disponibile a collaborare. Questo regolatore ha caratteristiche di tutto rispetto le prestazioni che offre contro un prezzo molto concorrenziale se paragonato a marche più blasonate. Sto parlando dell’HV-120 Opto della “Platinum Series” HobbyWing, 125 grammi di tecnologia destinato ad un range vastissimo di applicazioni per elicotteri ed aerei. Questa serie, prodotta in Cina, usa microprocessori, condensatori e componentistica di alto standard e di utilizzo anche in ambito militare (così sostiene l’azienda produttrice) che offrono resistenza estremamente bassa e prevengono “ rumori” o interferenze indesiderate su frequenze radio durante il volo.

Le sue caratteristiche salienti sono un amperaggio costante di 120Amp e massimo di 180 fino a 10 secondi, 15-36 celle NiMh/NiCd e da 5 a 12 celle Li-po. Le sue dimensioni sono 88mm x 55mm x 15mm e un peso come detto di 125 grammi. Nella parte superiore dispone di una ampia piastra alettata di raffreddamento che consente di dissipare agevolmente il calore che inevitabilmente il passaggio di corrente e la sua gestione provoca. Il  dispositivo non incorpora il Bec (circuito di alimentazione della ricevente) e la cosa è normale in quanto quando si ha a che fare con elevati voltaggi è sempre consigliato “pilotare” la ricevente con un pacco batterie dedicato.  Il regolatore supporta fino a 210.000 giri/min. con motori brushless a 2 poli; 70.000 con 3 poli; 35.000 per un 12 poli (quest’ultima soluzione nelle ventole è  sporadicamente utilizzata). Standard sono anche le modalità di avvio, normale, soft, molto-soft. Degna di nota la caratteristica che prevede  un sistema di accoppiamento  ottico per trasferire il segnale dell’acceleratore all’Esc, soluzione che evita pericolose interferenze elettromagnetiche. Inoltre il firmware del regolatore può essere aggiornato tramite l’adattatore USB e il display LCD Professional Program Box acquistabile a parte sempre da BizModel (http://www.bizmodel.it/). Ovviamente la scheda di programmazione si rivela particolarmente utile per il settaggio personalizzato del regolatore i cui valori vengono indicati su un display retroilluminato a due linee di testo. Il Program Box (fornito di cavetto Usb) ha un costo indicativo di 30 euro. Lo stesso dispositivo di programmazione è utilizzabile anche sui regolatori Xerun Serie Car (versione 2.0);  Ezrun Serie  Car (versione 2.0);  serie Platinum per elicotteri.

Program BOX

Program BOX Software

IMPRESSIONI DURANTE IL SUO UTILIZZO

Particolarmente fluida e lineare ci è apparsa subito la risposta dell’acceleratore su questo regolatore che consente di non avere “strappi” sulla corsa dello stick della radio. Le prove che ho condotto sono state fatte con una ventola Stumax 110-45 alimentata a 12 celle e devo dire che i 100 ahm continui che si è “succhiato” lo hanno appena riscaldato. Devo sinceramente dire che per decretare la qualità di un regolatore non è sufficiente compiere alcune prove di volo o test al banco, quanto utilizzarlo nel tempo per verificarne l’affidabilità. L’alternativa sarebbe quella di sottoporre il dispositivo a test di laboratorio con strumentazione professionale, ma non è questo il nostro caso.

Quello che ho voluto dimostrare è che, spendendo qualcosa meno rispetto ad altri regolatori, si possono acquistare prodotti di buona fattura. E questo HobbyWing sembra davvero esserlo. Anche le tante possibilità di settaggio lo rendono appetibile per molteplici scopi, mentre la possibilità di aggiornare il software (firmware) lo pone un gradino più alto rispetto ad altri concorrenti.

Mi preme sottolineare un’ultima cosa: questo regolatore ha un “clone” che si chiama Turnigy K-Force 120A OPTO e che viene venduto ad un prezzo leggermente più basso, specialmente a Taiwan. Non conosco questo regolatore ma esternamente sembra essere identico. Mi sono informato un po’ sulla rete ma sembra che la componentistica sia diversa… Il condizionale è d’obbligo….

MA NON FINISCE QUI…

Per adesso ripongo il regolatore nella sua confezione, ma ne riparleremo dopo averlo spremuto a fondo: infatti la sua destinazione sarà un bell’Efa Small di CModels su cui sarà montata una ventola Shubeler DS-77 HST e un pacco 12 celle lipo. Ci sarà da divertirsi! Di questa prova scriverò un ampio servizio con dovizia di particolari e dati.

Tutte le foto dell’articolo:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...