Gen 022011
 

Piccola ma curata riproduzione del nuovo F-35

F-35 Freewing

La freewing sta’ realizzando una serie di modelli veramente pronti al volo.
Questo F-35 Lighting II è davvero notevole per la cura con cui è stato realizzato e le finiture proposte. Davvero inusuale per un modello di queste dimensioni. Solo Kyosho aveva fatto una cosa simile con i modelli spinti dalle ventole DF-55.
Il modello arriva a casa in una scatola dove tutto è ben bloccato e imbustato.

F-35 Freewing 02

La bella scatola con l'ottima immagine del modello

F-35 Freewing 03

Il contenuto della confezione

Il lavoro da fare è davvero poco e semplice. I Servi sono già installati.
Il manuale è semplice da seguire e illustra le operazioni da fare in modo chiaro e conciso.
La prima cosa da fare è attaccare le ali, si potrebbe anche cominciare dai piani di quota, infatti senza ali è semplicissimo da maneggiare. Consiglio invece di partire proprio da manuale, così è più semplice attaccare le parti mobili che governano il profondità, allineandole correttamente con le ali.
Quando attaccate le ali fate attenzione che siano con la stessa altezza alle estremità. Vi mettete su un bel piano e le attaccate. Per essere sicuri che abbiano la stessa altezza dal piano, taglio due spessori di depron di uguale dimensione, che lascio a sostegno per il tempo necessario alla colla di asciugarsi.
La procedura descritta di utilizzare una punta di trapano da 2mm per praticare il foro per il quota è una buona cosa per fare bene il lavoro.
La colla data in dotazione è una bicomponente (sembra anche buona), ma ho preferito utilizzare la mia di cui sono sicuro.
In una sera, anzi in 2 ore si termina il modello, però personalmente l’ho montato in due sere di lavoro rilassato.
Per dovere di cronaca ho aperto il “vano” ventola-motore ma non è necessario.

F-35 Freewing 04

F-35 Freewing 05

Infine ho settato le parti mobili come da istruzioni. Se partite dal buco esterno della squadretta dei servi, il primo va lasciato libero, il secondo fa i piani di quota, mentre il terzo fa gli alettoni (il più vicino al servo). Gli alettoni vanno da se e seguono la linea dell’ala (li dovrete allineare leggermente verso il basso). Il quota è leggermente più basso.
Se seguite le istruzioni non avrete problemi. Ho impostato una leggera riduzione corse dei servi e impostato un 35% di esponenziale per alleggerire i comandi.

Il modello è stato collaudato positivamente. Vola velocissimo, forse l’impressione è un pò distorta a causa della dimensione. F-35 Freewing tende a sparire velocissimamente dalla vista. Non avrei mai pensato di trovare un modellino che di scatola va così bene. Occhio ai lanci, sconsiglio di lanciarlo a manetta. In pratica fate come per un pylon, lancio deciso a poco più di mezzo gas. Il modello è promosso a pieni voti!!!

Altre foto

F-35 Freewing 06

F-35 Freewing 07

F-35 Freewing 08

F-35 Freewing 09

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  8 Responses to “F-35 Freewing (Graupner)”

  1. Ciao, non ho trovato l’articolo riguardo all’F-22 ma penso dovresti avercelo, comunque la domanda era questa e riferita all’F-22; questo tipo di modello per virare ha una miscelazione combinata tra alettoni e quota ( il quota dovrebbe funzionare come gli alettoni oltre che alla funzione di quota) oppure per virare il compito è demandato solo al quota e gli alettoni funzionano solo come flaperoni e ancora; potrebbe usare solo il quota per virare e funzione di cabra picchia, escludendo gli alettoni?
    Mi sembra di capire che la vicinanza tra alettone e comando del quota, metterebbe in ombra il quota quando avviene l’escursione dell’alettone.
    Inoltre il motore quale incidenza ha, oppure è a zero?
    Grazie.

    Daniele.

    • Ciao, F-35 di questo articolo usa la miscelazione dei tutt’ala o delta: gli Ailerons.

      Così mi allaccio a quello che mi chiedivi. In un F-22 ho utilizzato questa miscelazione. Così ho il quota destro unito a Y all’alettone destro, il quota sinistro unito a Y all’alettone sinistro. Il tutto miscelato ad Ailerons.
      Devo dire che funziona egragiamente.
      Posso anche dirti che funziona bene anche lasciato “orinale”, così come deve andare. Posso assicurare che non va in ombra e funziona.

      Per usare il solo quota per far volare l’aereo bisognerebbe predisporlo e non penso possa funzionare su tutti. Ad esempio se cerchi F-22 Kyosho andava benissimo così.
      Questo per i modelli a ventola.

      Se invece chiedi per i modelli a tavoletta è la stessa cosa!!! 😉
      Motore perfettamente dritto nell’elica spingente, quelli di TomHe per intenderci.

      Ciao

      • immaginavo una soluzione del genere per le virate, nei primi anni 90′ il SU-27 con doppia ventola da 120 non riusciva a virare con i soli alettoni, oltre al fatto che si ” perdeva” il quota.
        Ok per il motore ad elica spingente, ma nelle ventole?

        • Nelle ventole il motore ha una sua sede.
          La ventola è sempre perfettamente in linea con il modello. Il flusso creato dalla ventola viene radrizzato dallo statore. In questo modo, il momento che farebbe rotare il modello è praticamente nullo.

          ciao

          • Quindi il gruppo ventola-motore-statore è installato a 0° rispetto al piano di quota sia in verticale che in orizzontale, ok?
            Non so se è le turbine sono di tua competenza, ma anche in quel caso vanno montate a 0° rispetto al piano di quota?
            Grazie.

          • Si, tutto a zero.
            La Spinta è in linea perfetta con il modello.
            Se fosse che il flusso avesse un pò di spostamento, il condotto di scarico serve anche (ma non solo) a questo.

            Prego e ciao.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)