Apr 202011
 

Voglia di velocità!!!

Il FunJet ULTRA è l’evoluzione, che la Multiplex ha realizzato, di un campione di vendite come il FunJet. Già il “normale“ FunJet è uno dei modelli più veloci nella sua categoria.
Molti acquirenti in tutto il mondo hanno provato a spingere il “vecchio” FunJet ai limiti possibili, tagliando le “taniche” alari e irrobustendo il modello all’esasperazione. Il limite del modello si vedeva, raggiunte certe velocità non virava…
La Multiplex ha fatto tesoro di tutte le prove fatte dai consumatori per ottenere questo splendido modello. La maggiore compattezza del materiale e un longherone in plastica rinforzata in fibra di carbonio conferiscono al FunJet ULTRA la necessaria solidità strutturale.
Un modello perfetto da avere sempre nel bagagliaio dell’auto. Il lancio a mano è possibile e semplice.
La promessa questa volta è di superare di scatola i 200 km/h!!!
Ci riuscirà? Scopriamolo insieme.

La confezione che vi arriva a casa è il solito, perfetto sistema con tutte le parti bloccate. Niente “va a spasso” per la scatola e troverete tutto il necessario per completare il modello.
Dovremo però scegliere la motorizzazione e i servi necessari a completarlo.
La multiplex però ha già preparato 2 set di motorizzazione per il modello: uno base e uno tuning.
Per i servi mi affiderò a 2 FLS-80MD della Horizon Hobby: dimensioni Sub-Micro, 12 gr., 2 Chilogrammi a 4,8V, 60 gradi in 0,10 secondi, ingranaggi in metallo e digitali.
La motorizzazione userò quello che ho in casa: motore Het 2W-20 e regolatore da 60A. L’elica perfetta per questa configurazione è una 4,7×4,7.

La robustezza del materiale si sente e si vede. Davvero notevole la quasi perfetta finitura superficiale. Verrebbe da verniciarlo, per quanto è compatto e liscio.
Il montaggio è una formalità. Il problema più grande è il taglio e l’applicazione degli adesivi, per decorare il modello.
Seguendo le istruzioni, vi troverete in poco tempo, il modello terminato. Il manuale è in Italiano e basterebbe la sequenza illustrata per l’assemblaggio. Tutto combacia perfettamente, gli incollaggi procedono spediti, visto che usando una ciano media e un buon attivatore, non dovrete mai aspettare l’asciugatura della colla.

Qualche modifica l’ho fatta, più per deformazione che per necessità. Ho messo un po’ di silicone all’interno delle giunture delle parti mobili. In pratica ho alzato entrambi gli alettoni a cabrare, e con il dito o uno straccetto ho messo un velo di silicone nella giuntura. In questo modo dovrebbe passare un po’ più tempo prima che si strappi (già provato su altri modelli). Poi ho incollato, una striscia di 5 centimetri da una parte e 5 dall’altra, di carbonio sulla squadretta dei piani mobili. In pratica blocco, base squadretta ed elevone, in modo da distribuire di più lo sforzo!
Ultima fatica riguarda il taglio e l’applicazione degli adesivi. Vi consiglio di non attaccare gli stabilizzatori verticali, ma di farlo dopo aver finito con gli adesivi. Diciamo che è la parte più lunga e noiosa dell’assemblaggio.
Il modello completato in ordine di volo, ma senza batterie, pesa 610 grammi circa.

Una cosa che non mi piace di questo tipo di modelli è proprio l’elica spingente… ho sempre paura che nel lancio vada a toccare la mano. Infatti il FunJet Ultra, se lanciato a mano, va usato mezzo o poco più di gas e 2 mm di elevoni a cabrare (almeno così riporta il manuale). Ho constatato che è bene avere motore, ma non troppo, per non avere il modello che si gira nel lancio. Bene anche i 2 mm a cabrare se siete voi stessi a lanciare il modello, se invece vi fate aiutare non è necessario, perché avrete le mani sul radiocomando.
La vera soluzione che ho provato è il lancio con fionda o catapulta. Con la fionda tendi l’elastico, agganci il modello e lo rilasci leggermente a cabrare. Dopo lo sgancio si da motore. Tutti i lanci perfetti e senza problemi. Direi che continuo su questa strada, addirittura ho mantenuto i 2 mm a cabrare e lanciato senza problemi da solo, con la mano destra che tiene il modello e la sinistra sul radiocomando (calcolate che sono in mode 1, ho solo il comando cabra-picchia).

Il collaudo come avrete capito è andato benissimo e anche i successivi voli. Il modello è stabile, preciso e veloce. Vola con un filo di gas e plana benissimo. Non è rivolto ai principianti, ma a chi già vola e vuole provare la velocità. In definitiva un gran modello molto divertente, pratico viste le dimensioni, da avere sempre in macchina!

Con il motore 2W-20 e l’elica 4,7×4,7 a 3 celle avrete una buona velocità. Calcolate che state volando con 31A di consumo a manetta, che a 12V circa danno circa 372 Watt. Vi garantiscono 5 minuti di volo con le batterie 2600mAh.
Da dire che il 2W-20 lo uso su altri modelli a 4 celle, quindi 16V circa. Consumando con la ventola HET da 70 mm, 48A circa, con 768 Watt totali. Il motore quindi può fare ben di più…
Si può aggiungere una cella, oppure cambiare l’elica e volare sempre a 3 celle. Vi consiglio la sola sostituzione dell’elica con una 6×4 APC E. Alzando i consumi a 55A ( 660 Watt) e diminuendo il tempo di volo. Ma allo stesso tempo alzerete l’adrenalina del volo!
Ma non finisce qui potrete renderlo ancora più “estremo”, aggiungendo la 4 cella. Su questo tipo di motorizzazione ( Het 2W-20) dovrete mettere l’elica 4,7×4,7 per garantire la vita del motore. Nulla vieta di mettere la quarta cella con l’elica 6×4, spedendo il modello in orbita, ma il motore avrà i giorni contati…

Caratteristiche (date dalla Multiplex):

  • Categoria Modello: motore elettrico con elica propulsiva
  • Classe Modello: < 1 Metro
  • Tipologia Modello: ARF (90% pronto al volo)
  • Difficoltà costruttiva: Intermedio
  • Difficoltà di volo: Esperto
  • Tipo Motorizzazione: Elettrico
  • Materiale Struttura: EPO/ELAPOR/AEROCELL
  • Apertura Alare: 783mm
  • Lunghezza Fusoliera: 750mm
  • Peso Minimo: 875gr
  • Carico Alare Minimo: 60 Gram./dm^2
  • Allestimento: servi / motore / esc ecc… non inclusi
  • Numero Canali minimo: 3
  • Tipologia servi raccomandati: Micro servi (tipo HS-55 / HS-65)
  • Motore elettrico consigliato: 750 Watt
  • Batteria consigliate: Li-Po 11,1V 3200mAh

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  16 Responses to “FunJet ULTRA”

  1. […] un motore con un alto valore di KV (potrebbe essere 2200 – 3200 KV ad esempio per un Funjet Ultra). Se vogliamo trovare il motore per un acrobatico sul metro in polistirolo, sceglieremo un valore […]

  2. Ciao,
    dove posso trovare il gancetto per il lancio con la fionda rappresentato nelle immagini?

    Grazie,

    daniele

    • Il gancetto è il fermo del cassetto di un fotocopiatore… però non è in vendita, l’ho recuperato da una macchina da buttare.
      Direi che è perfetto per il polistirolo, meno per la fibra!

      Grazie a te! Ciao.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)