gen 042011
 

Quando le misure non contano!!!

-

Sukhoi sebart

-

Il Sukhoi 29S della Sebart classe 30 è un acrobatico che vuol essere grande nel modo di volare, ma contenuto nelle dimensioni (130 cm x 130 cm). Diciamo che può rappresentare per molti, il primo grande modello da avere.

Disponibile nei soliti colori Sebart ma da un po’ di tempo anche nella livrea a fondo giallo, davvero accattivante!

Il modello si presenta in versione ARF, oppure nella versione che comprende anche la motorizzazione Hacker. La Sebart è fedele a stessa: nella loro serie di modelli i lavori da fare sono sempre gli stessi, anche al variare delle dimensioni del modello.

Seguendo le istruzioni, disponibili anche in Italiano, il modello è semplice da completare e non presenta passaggi difficili o problematiche strane da risolvere. La struttura è classica in balsa e molto alleggerita, ottimo il fissaggio delle ali. Queste sono divise in due semiali per essere facilmente smontabili, con la classica vite in plastica, anche se il modello può essere facilmente trasportato in auto già montato e pronto al volo.

Posso solo consigliare qualche rinforzo al carrello in quanto la parte è sollecitata se atterrate in un campo d’erba (cosa che io non ho fatto). Altra piccola modifica può essere quella di “glassare” con colla bi-componente tutto il castello motore, cosa che ho fatto, avendo letto in diversi forum che risulta delicato e facilmente strappabile.

Per il Sukhoi 29 30E ho preso dell’elettronica alternativa: motore Turnigy Turnigy C3548 – 900 Kv, reolatore Turnigy Plush 60A, servi HS 55 HB (quota e timone), servi 12 gr. da 2 chilogrammi (alettoni), elica 14 x 7 APC E e infine batteria Duremax 3 celle 35C 2600 mAh.

Con questo set-up il modello consuma circa 42A a pieno gas, ma rimane molto godibile anche mezzo gas. Pensate che io decollo dal prato con poco più di ¼ di gas. Il peso in ordine di volo è poco meno di 1700 grammi.

Un problema che ho riscontrato è stato il bilanciamento: con le batterie a mia disposizione del peso di 227 gr, ho dovuto bilanciare il modello con quasi 60 gr di piombo in punta. Nel mio caso sarebbe stata perfetta una batteria dello stesso tipo ma da 3300 mAh. Infine, ho settato il modello come scritto da manuale Sebart, 2 condizioni di volo e mix timone-quota sotto interruttore.

Il collaudo è stato semplice e il modello non presenta difficoltà. Naturalmente avrete bisogno di tempo per avere una certa confidenza in volo. Per portarlo al limite dovrete fare molti voli e trovare il vostro baricentro preferito. Nel mio caso ho lasciato quello da manuale. Ho cambiato l’elica con una 15 x 8 APC E che mi dà una notevole stabilità in hoovering con la possibilità di scappare in caso di difficoltà. L’altra elica è perfetta per un volo sport. Ho aumentato tutte le escursioni nel settaggio “volo 3D” e aumentato fino al 90% gli esponenziali, in modo di atterrare anche in questa modalità. L’altro settaggio (diciamo atterraggio-decollo) lo uso per un volo sport, per il volo rovescio e il volo a coltello. Ho aumentato anche il mix timone-quota perché il modello tendeva a scappare dalla posizione a coltello.

In definitiva è un modello che potrà migliorare e crescere con voi. Sembra di avere in volo un maxi e non un modello da 130 cm di apertura alare. Consigliatissimo anche per la modica spesa dell’elettronica. Un altro centro per la Sebart di Sebastiano Silvestri!

Se cercate nel mio sito, provate a vedere come ho riconvertito il peso per centrare il modello… …chi ha detto fumogeno?!?

-

Sukhoi sebart

-

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  One Response to “Sukhoi 29S 30E SEBART”

 Leave a Reply

(required)

(required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>