Feb 172011
 

Tuttala per tutte le stagioni!!!

Swift II 01

Questo modello, molto semplice e facile da montare, è uno di quelli d’avere sempre nel bagagliaio della macchina. Si adatta perfettamente a tutte le condizioni del vento.
Vi sarà capitato di avere con voi il modello a cui tenete tanto, ma a causa del vento sostenuto non andate in volo per paura di danneggiarlo.
Con lo swift II sono andato in volo con aria troppo forte anche per gli aquiloni!
Vi assicuro che è davvero divertente giocare a tenerlo fermo in aria contro vento.
Se invece correttamente settato diventa un utile allenamento alla velocità.

Il lavoro da fare non è molto, vanno incollate le due semi-ali e attaccato il supporto motore.
Si procede poi al montaggio di tutta l’elettronica. Nel mio caso un regolatore da 20A, il motore 300DF e due servi hitec HS-55. Niente di speciale, ma tutto affidabile. Per le batterie ho scelto le Thunder Power 1320 3S.
Per questo modello serve una radio computerizzata per creare il programma adatto a mixare i movimenti (funzione elevoni). Oppure si rende necessario montare un mixer a bordo che faccia quella funzione.
Consiglio di rinforzare il modello, con del nastro nel bordo d’entrata dell’ala e poi con delle astine di carbonio per renderlo più rigido. Nel mio caso ne ho messa solo una, ma in rete ho visto che ne mettevano due: una posizionata come la mia e l’altra tra il regolatore e il motore.

Swift II 02

Infine vanno montati i due stabilizzatori verticali.

Per le regolazioni pre-volo consiglio di partire tranquilli, magari un dual rate (riduzione corse) al 70% e un po’ di esponenziale (diciamo un 30%). Quando aumenta l’esperienza, si passa a massima escursione, ma consiglio di mantenere gli esponenziali.
Il CG da manuale a 180-185mm dalla punta può andare bene, ma personalmente consiglio di avanzarlo perchè il modello vola meglio e i comandi diventano più sensibili.
Il modello vola bene come ho già detto con il vento, ma è divertentissimo tenerlo a pieno gas, in un raggio di 30 gradi dal pilota, in pratica 2 minuti di adrenalina.
Con la mia configurazione si vola 5-6 minuti a pieno regime ma si arrivano a toccare i 20 minuti se lo si porta su e poi lo si fa planare, come una sorta di trainer per principianti.
Utile a chi è agli inizi per imparare a virare non troppo secco per non perdere velocità, oppure a mantenere un buon assetto di volo senza motore.
Per lanciarlo ci sono diversi metodi: a motore spento si lancia come un boomerang tenendolo per il bordo d’entrata, oppure tenendolo per il supporto motore si lancia sempre a motore spento (occhio a non farsi male!).
In entrambi i casi lo si raddrizza e poi si da motore. Più facile a farsi che a dirsi!

Il modello lo uso ancora nonostante abbia diversi anni di attività e sia passato a modelli più complicati. Dopo 3 anni di carriera l’ho ricolorato, anche perché aveva subito diverse belle cadute. Eccolo nella sua nuova veste “Red-Bull” (alla fine dell’articolo). Nelle foto non c’era, ma ho aggiunto il velcro sulla punta per portare in volo la FlyCamOne 2 (la mini telecamera). Il modello è eccezionale sotto questo punto di vista, l’elica spingente non oscura la visuale. L’unica pecca è che la FlyCamOne 2 soffre il freddo, se usata nei mesi invernale tende a spegnersi.

Lo Swift II, visto il poco ingombro, è il compagno ideale da portare in vacanza!
In conclusione consiglio il modello a tutti, in particolare a chi è agli inizi visto che vi seguirà e potrà crescere con voi!

Swift II 03 Red bull

Swift II 04 Red bull

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  9 Responses to “S.W.I.F.T. II”

  1. posso sapere qual’è l’angolo da rispettare?

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)