Ott 012013
 

Prima o poi arriverà il giorno in cui siete in grado di volare in autonomia e riportare serenamente a casa il vostro prezioso modello. Questo ambito momento porterà con se una specie di noia… un modo per ravvivare di nuovo il vostro entusiasmo per l’aeromodellismo dinamico è l’acrobazia aerea.
L’acrobazia aerea è l’attività svolta, per l’esecuzione di manovre aeree definite acrobatiche, ovvero che coinvolgano il volo su vari piani.
Alcune manovre complesse, richiedono molta dedizione, altre condiderate semplici, per essere fatte bene hanno bisogno di una grande sensibilità. Nessuna manovra è banale e tutte riechedono molti sforzi per risultare soddisfacenti.

Parliamo del modello: tutti gli acrobatici vanno bene per cominciare con l’acrobazia base. Non tutti però sono adatti per fare F3A (gare di acrobazia di precisione) oppure 3D (acrobazia freestyle).
La prima cosa per cominciare a fare acrobazia aerea è avere un modello adatto e ben settato.
Il settaggio, come ho sempre detto, è molto personale ma dentro certi limiti di centraggio del modello. Deve essere fatto in modo da permettervi di volare in sicurezza e con il feeling che preferite con l’aereo. Potrebbe essere anche necessario cambiare il centraggio in base al tipo di acrobazia che volete fare. Leggermente picchiato per acrobazia “classica”, assolutamente neutro per F3A e cabrato per il 3D.

Dividiamo le manovre che si possono fare con l’Aeromodello:
(Alcuni nomi li ho lasciati appositamente in Inglese, la traduzione mi pareva troppo forzata)

Base

  • Controllo del modello a terra
  • Volo Base
  • Atterraggio
  • Decollo

Acrobazia Base

  • 8 cubano
  • Avvitamento Positivo
  • Harriers
  • Loop
  • Roll
  • Split S
  • Virata in stallo
  • Virata Immelman
  • Volo a Coltello
  • Volo rovescio

Acrobazia Avanzata

  • Vite piatta
  • Hoovering
  • Knife edge spin
  • Roll a 4 punti
  • Torque Roll
  • Rolling Circuits
  • Rolling Harriers
  • Rolling Loops

Sarebbe interessante descrivere nel particolare tutte le manovre esistenti, ma è davvero un lavoro immane che non sò se potrò mai fare da solo. Un giro su google vi potrebbe aiutare a capirne di più su una figura in particolare.
Intanto volate e divertitevi, prendete più confidenza possibile con il vostro modello.
Imparatene sia i difetti che i pregi.
Non è tempo sprecato…

Un vecchio adagio diceva: “La pratica rende perfetti”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

  2 Responses to “Acrobazia Aerea nel modellismo dinamico”

  1. Questo articolo è proprio tempestivo, infatti dopo aver iniziato a volacchiare con i miei modelli, mi stavo interessando ai vari aspetti del volo acrobatico, cercando di districarmi tra le varie categorie(3D, F3A, etc.) e ancora non avevo un quadro chiaro. Questo articolo mi è stato molto utile anche se tratta per sommi capi l’argomento.

    Federico, alias Psiko su Baronerosso.

    • Ciao,
      Grazie per aver commentato!
      L’articolo voleva “sondare il terreno” per capire se può interessare l’argomento.

      Spero di poterlo migliorare presto.
      Intanto grazie.

      Mauro

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)