Mag 242013
 

Autore: Francesco “bidibonvi”

Pilatus PC21 50 Class SCALE Sebart

Approfittando della giornata festiva ho collaudato il modello… Cosa dire… semplicemente spettacolare!!!!
Ma andiamo con ordine…
Avevo la mezza voglia di fare un build-log, ma poi non ho avuto molto tempo extra oltre a quello del montaggio. Quindi ho dovuto rinunciare, però posso senza dubbio dire che basta montare il modello seguendo pedissequamente le istruzioni (chiarissime…) e non ci sono problemi di sorta. L’unica rogna l’ho avuta per il motore, avendo utilizzato il Rimfire 1.20 che avevo già, che però, essendo più corto dell’Hacker consigliato, mi ha costretto a fare un certo adattamento, spessorare il castello fornito e dare la giusta incidenza….
Per il resto, va detto che nell’ala vengono “chiamati” dei servi Low Profile, in quanto i servi standard non arrivano esattamente a battuta per essere avvitati, ma toccano il fondo….In realtà basta semplicemente mettere i gommini, col tondino di ottone e il servo si fissa perfettamente!!!! Io ho utilizzato gli hs5485, digitali, ingranaggi in Karbonite, doppio cuscinetto…ottimo rapporto q/p…Due in coda e due in ala….
Regolatore Castle Creations da 100 A, elica 16×8 APC , batterie 6s Turnigy 30c 4000 mA.
Devo dire che il Rimfire 1.20 è abbastanza più assetato dell’Haker A50 del setup classico (quello, per intenderci, del Miss Wind, Angel 50, Wind 50 ed ecc.). Con la Fiala 16×10 (spettacolare, in legno, leggerissima, la usavo con lo stesso motore sul Miss Wind e sul Groovy) “beve” un filo meno della APC che è più pesante, siamo intorno agli 85A a terra. Sul PC 21 ho messo la APC in quanto in volo è nettamente più veloce (un altro socio lo ha motorizzato con l’Haker e abbiamo visto la differenza).
Ovviamente le sue batterie sono meno sotto stress delle mie, ma nulla di esagerato. Ho il timer a 6 minuti e facendo acro normale apri a canna solo quando sali in verticale.

Pilatus PC21 50 Class SCALE Sebart

Il volo è quanto di più….appagante si possa vedere, il modello è stabile e preciso, realistico al massimo,le figure escono pulite e perfettamente in asse la velocità minima di sostentamento è davvero bassa e lo stallo è lento e facilmente recuperabile… In atterraggio il modello scende, parlo di assetto, un po come un jet, in particolare tipo un 339, col muso picchiato, ma a velocità mooooolto più bassa, va lasciato arrivare e richiamato leggermente solo un attimo prima di toccare e si appoggia dolcemente sui tre punti… I carrelli vanno molto bene e la centralina che li gestisce si occupa da sola di rallentare l’estrazione/ retrazione e il centraggio automatico a zero del ruotino anteriore quando si ritrae, va però impostata sulla radio una doppia condizione, per far si che lo stesso giri solo da estratto e rimanga escluso da retratto…Io ho associato il passaggio da una condizione di volo all’altra allo stesso switch che aziona i carrelli….

Cos’altro aggiungere?!? beh….se avete domande…sono qui…intanto qualche foto, del modello in pista e prima del decollo….

Bella lì!!!!

Il modello è disponible in 3 livree: White/Red – Jellow/Black – White/Blue.

Sito ufficiale della Sebart con il Pilatus PC21 50 Class

Pilatus PC21 50 Class SCALE Sebart

Gen 042011
 

Eccezionale acrobatico Sport e 3D!

Angels 50 sebart

L’Angel della Sebart classe 50 è un acrobatico che attira subito l’attenzione per le sue linee che strizzano l’occhio alle gare F3A. Il modello è la riproduzione ridotta di quello con cui Sebastiano Silvestri ha vinto e ottenuto ottimi piazzamenti in gare di acrobazia di precisione.

Per ora è possibile scegliere tra 2 colorazioni: quella bianca-rossa-verde oppure quella bianca-rossa-blu. Entrambe bellissime e di ottimo impatto. Io ho scelto quella con il blu, ma in ogni caso il modello arriva a casa già pronto, ricoperto e con la livrea perfettamente rifinita. L’unica cosa a livello estetico è l’attaccare qualche adesivo, sempre se vi piace!

Ma passiamo alla sostanza, il modello si presenta ben fatto e ottimamente ricoperto. L’Angel 50 nasce per motorizzazione elettrica ma è possibile acquistare a parte il kit di conversione per motori termici. I lavori da fare sono pochi e sono comuni a tutti i modelli della stessa classe. Attaccare alettoni, piano orizzontale e timone di profondità. Carrello da montare e sistemare la basetta per le batterie (sempre nel caso di motore elettrico).
Vista la mia propensione per l’elettrico ho scelto questa soluzione. La Sebart propone un kit con modello e motore Hacker adatto allo scopo.
Troppo facile… infatti ho preso un motore Hacker 50, ma non il 16 consigliato, bensì il 12. La mia idea era di farlo volare a 5 celle invece che a 6 come indicato per stare leggero e così ho montato un regolatore con bec da 80A.
Per i servi ho optato per quattro BluBird BSM-631MG da 5 chilogrammi con doppio cuscinetto e ingranaggi in metallo. Ho scelto dei rinvii con uniball plastici che svolgono egregiamente il loro lavoro.

Conoscendomi, non sono proprio un “pennellature” negli atterraggi, ho fatto dei rinforzi al carrello davanti. Modificato il carrello posteriore in modo da non attaccarlo direttamente al timone. Poi ho modificato anche la nacca motore in modo che la parte di “capottina” mobile possa inserirsi per più di un centimetro sotto di essa. Infine qualche piccola rifinitura, tipo una tavoletta di carbonio dove è inserito il servo del timone.
Il modello pesa 2 chili 800 grammi in ordine di volo, il consumo del motore è di soli 45A a manetta, con elica APC 15×10 e con 5 celle Thunder Power 3850 25C. Ho impostato il timer della radio a 5 minuti per precauzione.
Tutti i settaggi delle parti mobili e del baricentro come da manuale, con due condizioni di volo come previsto, sicuramente Sebastiano Silvestri sa il fatto suo!!!

Al collaudo ero davvero preoccupato, non avevo mai portato un acrobatico di queste dimensioni. Il decollo da pista in erba avviene invece in maniera semplicissima. Il modello in volo è davvero docile e si comporta esattamente come vorresti. Lo stallo è praticamente nullo, si appoggia all’aria e scende tranquillamente. Eccezionale!!!
Le due condizioni di volo sono ottime, una perfetta per il decollo e atterraggio, l’altra per sprigionare tutte le potenzialità del modello.

Sono rimasto veramente stupito di quanto bene voli. Perfetto per chi lo può spingere oltre, ma una meraviglia per i volatori della domenica che avranno per le mani un modello facile da portare con cui divertirsi!

AngelS 50E 02

AngelS 50E 03

Eccomi al campo con AngelS Evo 50E

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...